Recensione degli Scarponi AKU Suiterra Injected GTX

Dopo aver parlato dello zaino, passiamo a quella che è probabilmente l’attrezzatura più importante dell’escursionista. Quella su cui anche io che sono solo agli inizi del mio percorso non transigerei mai in quanto a qualità. Stiamo parlando delle scarpe, elemento che fa la differenza tra il godersi un’escursione e il maledire ogni pantheon conosciuto per le difficoltà di cammino su terreni sconnessi o per l’insorgere di problemi fisici legati al piede.

Le scarpe

Le scarpe

I miei scarponi sono gli AKU Suiterra Injected GTX, acquistati due anni fa circa, attorno ai 100€, anche se non ricordo con precisione quanto. Dal sito della AKU si leggono le seguenti caratteristiche tecniche (i link li ho aggiunti per completezza, per approfondire le varie tecnologie presenti nella scarpa):

  • Spessore tomaia: 1,8 mm
  • Costruzione: Montato – suola in gomma / intersuola in EVA doppia densità
  • Tomaia: PU sovrainiettato su tomaia / AIR 8000
  • Protezione della tomaia: Protezione e supporto in PU sovrainiettato
  • Fodera: GORE-TEX Performance Comfort
  • Suola: Vibram Plume Hiking EVA
  • Intersuola: 6-4 mm nylon
  • Rigidità intersuola: Medio
  • Peso: 590 grammi

Gli aspetti più rilevanti dal punto di vista tecnico sono sicuramente la membrana in GORE-TEX, che rende impermeabile la scarpa e favorisce allo stesso tempo la traspirazione, e la suola Vibram, che permette di camminare su diversi tipi di terreno senza sentire le asperità del percorso e al contempo mantiene un efficace grip, rendendo stabile ed equilibrata l’esperienza della camminata. Nella tomaia è inoltre presente il tessuto AIR 8000, realizzato dalla stessa marca AKU, che dovrebbe a sua volta agevolare la traspirazione della calzatura.

Prima di passare alle mie impressioni di utilizzo, vediamo in dettaglio di cosa stiamo parlando. 🙂

Per quanto riguarda l’impermeabilità, non ho mai avuto problemi di sorta. Sia con i guadi, che comunque finora non sono mai stati molto intensi, sia con l’acqua corrente usata per lavare gli scarponi a fine escursione, l’interno della scarpa è sempre rimasto asciutto. Anche durante un’escursione di sette ore in cui ha piovuto per tutto il tempo non ho riscontrato problemi da questo punto di vista. La traspirazione mi sembra adeguata, il piede non è appesantito dalla camminata, ma rimane sempre in un clima favorevole e salutare. Ovviamente non so in che percentuale imputare questo aspetto al GORE-TEX o all’AIR 8000, sta di fatto che non mi sono mai ritrovato in mezzo a un sentiero pensando al piede in termini di fastidio, di sudore o di pesantezza. Dall’alto della mia ignoranza in materia, immagino che questo voglia dire pur qualcosa. 🙂

La scarpa è comoda, veste il piede e lo protegge con solidità. La sensazione è di avere due carri armati al posto dei piedi, sia per quanto riguarda la rigidità sia per quanto riguarda la capacità di non far avvertire le difficoltà del terreno. Sono consapevole che probabilmente questo è un elemento comune a tutte le buone scarpe da trekking, ma è anche la primissima impressione che ho avuto una volta indossate le scarpe nella mia prima escursione, quindi mi sembra doveroso riportarla in fase di recensione. In linea generale la presa sul terreno è buona, ma devo ammettere che in un caso – sempre in quell’escursione di sette ore sotto la pioggia ininterrotta – il grip tanto decantato sul sito della Vibram è andato a farsi benedire passando sopra una roccia bagnata, lasciandomi quasi con il culo a terra. Ovviamente si tratta di un caso particolare e limite, ma la qualità di una scarpa va ricercata anche e soprattutto in queste situazioni che succedono solo ogni tanto e non solo nell’uso quotidiano nelle escursioni senza complicazioni del meteo o del terreno.

Comunque sia sono rimasto molto soddisfatto dall’acquisto fatto. La mancanza di parti in pelle è stata per me un valore aggiunto, anche se ho letto su internet che le calzature completamente sintetiche hanno un ciclo di vita inferiore rispetto a quelle contenenti pelle. In ogni caso queste AKU sono solo all’inizio del loro percorso, e sono sicuro che mi condurranno ancora su tanti altri sentieri. 🙂

Annunci

8 thoughts on “Recensione degli Scarponi AKU Suiterra Injected GTX

  1. Belli, sono estivi ovviamente. Scivola la scarpa sul bagnato? Io ho buttato 100 euro lo scorso anno per scarponi estivi della Asolo, ma su roccia e terreni bagnati scivolano di brutto. Li userò per il deserto…

    • Sì, è successo solo in quel caso. Credo fosse dovuto al fatto che era tutto il tempo a contatto con terreno bagnato di vario genere (sentiero, rocce, pure asfalto in un certo punto) e quindi ha perso grip. In altri casi di terreni bagnati ma limitati come estensione spaziale o esposizione temporale non ha dato problemi.

  2. Pingback: Primo compleanno del blog | Un passo alla volta

  3. Pingback: Recensione degli Scarponi The North Face Hedgehog Hike Mid GTX – Un passo alla volta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...