Escursione alle Dune di Piscinas – Sentiero 191 [Non completato]

Dettaglio cartello a Montevecchio

Dettaglio cartello a Montevecchio

Data: 22/04/2013
Regione e provincia: Sardegna, Medio Campidano
Località di partenza: Montevecchio
Località di arrivo: Piscinas
Tempo: Andata 5 ore e mezza (compresa la deviazione, vedi Descrizione), Ritorno 4 ore
Difficoltà: T/E (Turistico/Escursionistico)
Segnaletica: Segnavia bianchi e rossi, Cartelli in legno del sentiero
Lunghezza: 12,5 chilometri
Dislivello: 352 metri, in discesa

Punto di accesso: Da Cagliari prendere la SS130, poi uscire allo svincolo di Villasor/Decimomannu e seguire la SS196 fino al bivio tra Villacidro e Gonnosfanadiga. Da qui prendere a sinistra verso Gonnosfanadiga e dopo aver attraversato il paese proseguire fino a Guspini. Continuando su questa strada si dovrà infine svoltare a destra in maniera obbligata e da qui seguire le indicazioni per Arbus, lungo la SS126. Una volta arrivati ad Arbus, seguendo la strada che si sta percorrendo, si arriva a un bivio, sulla destra si prosegue verso Montevecchio lungo la SP68. Si arriva a un bivio con la SS66 e andando a sinistra si entra infine a Montevecchio.

Descrizione:

Il sentiero inizia lungo la strada sterrata che da Montevecchio porta alla Foresta Demaniale di Crocorigas. Dopo circa 100 metri dall’inizio della strada si trova un piccolo edificio, lì si trova un albero con un primo segnavia bianco e rosso, a indicare l’inizio del sentiero CAI 191. La prima parte del percorso si snoda attraverso il bosco, il sentiero è abbastanza largo e i bivi sono ben segnalati dai cartelli in legno. Lungo il tragitto sono inoltre presenti cartelli a indicare la progressione dei chilometri percorsi. In questo primo tratto è possibile arrivare a una torre di avvistamento della fauna – piuttosto inutile, a mio avviso, visto che proprio lì davanti le fronde di un albero bloccano la visuale – e a un’area di sosta piuttosto grande e ben attrezzata, dopo aver attraversato un tratto in cui è presente una carbonaia. Un altro punto di interesse è Mitza Furittu, dove è possibile trovare una sorgente.

Proseguendo lungo il sentiero si arriva a una variante ufficiale, il sentiero 191B che dovrebbe portare ai Cuili de is Porcus. Seguendo questa deviazione il cammino rallenta, a causa dei cespugli e dei rovi presenti lungo il sentiero. Un cartello indica il chilometro 1.5, ma noi non siamo arrivati fino in fondo per motivi di tempo. Avendo trovato quel cartello, si presume che la fine del 191B si trovi a un chilometro e mezzo da quell’indicazione, quindi la variante dovrebbe essere lunga circa due chilometri. La deviazione, infruttuosa, ha comportato una mezzora di ritardo sulla tabella di marcia.

Tornando al 191 si prosegue fino ad arrivare a una larga strada bianca, che si trova all’interno dell’area della Foresta Demaniale di Crocorigas. Scendendo lungo la strada si arriva a un sentiero che costeggia, e attraversa un paio di volte, il rio Zappaioni, fino ad arrivare in località Casa Sparedda. Da qui il rio prende il nome di rio Piscinas e il sentiero lo attraversa parecchie volte, anche in punti in cui è complicato guadare, richiedendo di spostarsi più a monte o a valle per trovare dei punti sicuri di attraversamento. In alcuni casi è stato addirittura necessario costruire noi stessi un punto sicuro, ponendo delle pietre abbastanza grandi lungo il letto del rio. In questa zona il sentiero si allarga, diventando una vera e propria vallata ampia e povera di vegetazione. A un certo punto il rio assume un’inquietante colorazione rossastra, a causa di minerali di ferro, nel punto in cui vi confluisce il rio Irvi. In totale si sono attraversati dodici guadi, e il loro attraversamento ha comportato un allungamento dei tempi rispetto a quanto preventivato.

Proseguendo lungo il sentiero si arriva nei pressi di un rudere e infine all’inizio di una strada sterrata, punto nel quale è possibile trovare un cartello con le indicazioni dei vari sentieri escursionistici della zona. Si è proseguito, sbagliando, lungo la strada sterrata, perdendo ulteriore tempo. È per questo motivo, oltre che per la deviazione 191B e il tempo necessario a guadare in sicurezza, che si sono impiegate 5 ore e mezza per l’andata, a fronte delle 4 ore nominali. Avendo accumulato un notevole ritardo, e temendo il buio durante il percorso del rientro, si è deciso di non arrivare fino alla fine del sentiero, che era comunque abbastanza vicina da essere in vista. Anziché imboccare la strada sterrata, al punto dove è presente il cartello occorre spostarsi sulla destra, per mantenersi di nuovo lungo il rio. A quel punto occorrerà guadare un’ultima volta e mantenendosi sulla destra del rio Piscinas si arriva infine ai resti di una vecchia diga, che segna la fine del sentiero 191 e che immette nella spiaggia di Piscinas.

Per il ritorno si è compiuto lo stesso percorso dell’andata, con la differenza che questa volta i guadi hanno richiesto minor tempo, con il risultato che il rientro è stato compiuto esattamente in quattro ore.

Link utili per approfondire:

Sentieri CAI della Costa Verde
Sentieristica Arburese
Trekking in Provincia Medio Campidano

Ed ecco alcune foto scattate durante l’escursione (per ingrandirle basta cliccarci sopra):

Annunci

2 thoughts on “Escursione alle Dune di Piscinas – Sentiero 191 [Non completato]

  1. Fatto sabato fino al mare….io, mio marito ed il nostro cane. In realtà i km sono una quindicina (anche a detta dei locali) ma sconsiglio vivamente di affrontarlo in questo periodo perché siamo assaliti dalle mosche cavalline che in certi punti infestano il sentiero.
    La distanza è segnata fino al km 9,5 poi ci sono solo i cartelli con scritto “191”.

    • Ciao e benvenuta sul blog! 🙂
      Grazie per il commento, completa la descrizione fatta a suo tempo. Immagino che le difficoltà dal punto di vista degli insetti siano compensate da una situazione più facile dal punto di vista dei guadi, visto il periodo.
      In effetti i chilometri progressivi sono segnalati male, anche perché spesso non ci sono alcuni cartelli, e si passa da una distanza all’altra senza continuità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...