Recensione della Maglia maniche lunghe Columbia Baselayer Midweight

*** DISCLAIMER: Il prodotto recensito mi è stato inviato dal produttore stesso. ***

Qualche tempo fa la Columbia  mi ha contattato per inviarmi del materiale. Parte di questo è rappresentato dalla maglia Baselayer Midweight, che, come dice il nome, è da considerarsi un primo strato nella composizione del proprio abbigliamento per un’uscita.

È realizzata dall’85% di poliestere e dal 15% di elastane. La sua caratteristica principale è la tecnologia Omni-Heat Thermal Reflective: si tratta della possibilità, tramite l’inserimento di particolari tessuti nella parte interna della maglia, di trattenere il più possibile il calore generato dal corpo stesso, riflettendolo indietro, anziché disperderlo verso l’esterno. In questo modo si dovrebbe stare maggiormente al caldo rispetto ad altre maglie. Invece la tecnologia Omni-Wick dovrebbe permettere di far fuoriuscire rapidamente il sudore. Il tutto è completato da un trattamento antibatterico, per tenere fresco il tessuto e contenere gli odori.

Come al solito, alle parole seguono le immagini, perché le descrizioni del prodotto così come si possono leggere nei cartellini appesi alla maglia non bastano certo a farsi un’idea. 🙂

Che dire a riguardo della mia esperienza di utilizzo nelle ultime escursioni? La maglia è comoda, si adatta al corpo e si indossa facilmente. Tenerla indosso non dà fastidi, insomma, e questo è ovviamente già un punto positivo. Il calore promesso in effetti l’ho percepito, in confronto alle maglie che ero solito indossare, quelle classiche della Quechua. Questo significa che sicuramente continuerò a usare questa, come maglia principale, nelle camminate invernali. Non mi è parso di notare problemi a livello di sudorazione, quindi anche da quel punto di vista non c’è nulla di cui mi possa lamentare.

Devo comunque sottolineare che nella mia Sardegna non si raggiungono temperature così basse in inverno, da notare un contributo significativo della riflessione del calore verso il corpo. Se mai dovessi utilizzarla in scenari più freddi, non mancherò di aggiornare questo articolo. Se invece qualcuno di voi l’ha già usata in contesti rigidi, sarei curioso di leggere le vostre opinioni nei commenti. 🙂

EDIT del 29/01/2017: Dopo aver usato più volte questa maglia in contesti climatici più rigidi e freddi, come quelli che offre l’inverno delle montagne bergamasche, devo confermare quanto già percepito mentre vivevo in Sardegna: la maglia tiene bene il caldo, anche con temperature sotto zero e con la neve. Si tratta di un buonissimo prodotto insomma.

La trovate in vendita su Amazon. 😉

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...