Recensione dello Zaino Ferrino Finisterre 38

Lo zaino sul campo

Lo zaino sul campo

Dopo diverse escursioni fatte in questi ultimi mesi, è giunto il momento di spendere qualche parola per parlare del nuovo zaino che ho acquistato di recente, il Ferrino Finisterre da 38 litri. Premetto fin dall’inizio che sono molto soddisfatto dell’acquisto effettuato: con questo zaino mi sto trovando particolarmente bene, dopo aver mandato in pensione il mio vecchio Invicta.

Ecco le caratteristiche principali:

  • Tascone principale con tasca interna per sacche d’acqua
  • Tascone inferiore con due cinghie di compressione
  • Due tasche laterali con cinghie di compressione
  • Tasca superiore con doppio scompartimento
  • Tasca frontale
  • Schienale fisso (lunghezza: 42 cm)
  • Fascia e cinghia lombare con piccola tasca
  • Coprizaino giallo fissato sul fondo dentro una tasca inferiore
  • Elastico e asole per il fissaggio di bastoni e/o altri strumenti
  • Peso: 1,55 kg

Come sempre, ora diamo un’occhiata più da vicino. 🙂

Una delle caratteristiche più importanti in uno zaino da escursionismo è sicuramente la presenza di tasche per disporre tutto l’equipaggiamento di cui si ha bisogno. Questo zaino presenta molte tasche, di capienze diverse, adatte a gestire al meglio la grande varietà di oggetti che si devono portare in montagna. I due tasconi principali, separati da un diaframma che si può aprire per poterle far diventare un unico spazio, sono molto ampi e consentono di riporre il vestiario e le altre attrezzature di grandi dimensioni. All’interno del tascone primario è inoltre presente una tasca per le sacche d’acqua – o per altri scopi, se non si usano quei metodi di idratazione – e una clip di sicurezza. Vi sono inoltre due tasche laterali, di dimensioni non eccessive, una piccola tasca frontale, per riporre oggetti di frequente uso, una taschina nella cinghia lombare e infine una grande tasca superiore, divisa da una zip e da una retina in due scompartimenti. Anche lì è presente una clip di sicurezza. Insomma, si hanno a disposizione tanti spazi per gestire al meglio il proprio equipaggiamento, e questo è uno dei punti forti del design di questo zaino. 🙂

La comodità è buona. Lo schienale è fisso, ma regolando adeguatamente gli spallacci si riesce a trovare la configurazione più adatta alle proprie esigenze. Lo zaino è molto sensibile, e trasmette subito le impressioni negative in caso di regolazione non perfetta. Le imbottiture dello schienale sono ben studiate, riescono a rendere confortevole lo zaino quando viene indossato. Inoltre l’areazione dello schienale stesso è buona, permette di non soffrire eccessivamente il caldo. Il sistema di fissaggio delle attrezzature all’esterno, costituito da due elastici e due asole, è ben realizzato, consente di tenere ben stretti i bastoni e di poterli trasportare senza sbilanciamenti o rischi di perdita.

Il coprizaino è un altro elemento che ritengo fondamentale. In questo caso abbiamo a che fare con una cover riposta in un taschino sul fondo e non rimovibile. Il coprizaino è infatti fissato sul fondo da una cinghia, questo aspetto migliora la sicurezza del trasporto e consente di rivestire al meglio lo zaino in caso di pioggia. Il colore, un bel giallo acceso, è favorevole all’individuazione in caso di scarsa visibilità o in lontananza, ed è un altro aspetto che valuto positivamente in una copertura per la pioggia.

Per concludere, alcune note dolenti. Non veri e propri difetti, piuttosto delle mancanze. Visto che su una delle parti della cinghia lombare è presente una taschina, utilissima per riporre piccoli oggetti da utilizzare spesso, sarebbe stato molto bello avere un’altra taschina nell’altro pezzo della cinghia, migliorando così la capacità dello zaino nella sua interezza. Infine si fa sentire la mancanza di una tasca esterna per le borracce: è vero che si possono infilare e fissare tramite le cinghie di compressione delle tasche, ma è anche vero che questo metodo di trasporto non è sicurissimo, se non c’è una parte di tessuto sottostante a garantire maggiore stabilità. Le borracce personalmente le ripongo nel tascone principale, a causa di questa mancanza, e quindi per utilizzarle occorre ogni volta togliere lo zaino e aprirlo.

Complessivamente, come preannunciato, sono soddisfatto dall’acquisto di questo Finisterre 38. Non rimpiango il mio precedente zaino, e sono sicuro che questo Ferrino mi accompagnerà in tante avventure. Se siete interessati, si trova anche su Amazon. 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...