Escursione a Cala Goloritzé

Cartello di inizio sentiero

Cartello di inizio sentiero

Data: 22/08/2015
Regione e provincia: Sardegna, Ogliastra
Località di partenza: Bar Su Porteddu (Altopiano del Golgo)
Località di arrivo: Cala Goloritzé
Tempo: 1 ora e mezza (sola andata)
Difficoltà: E (Escursionistico)
Segnaletica: Assente
Lunghezza: 3,5 chilometri
Dislivello: 142 metri in salita, 540 in discesa

Punto di accesso: Da Cagliari prendere la Strada Statale 130 e proseguire sulla 554. Imboccare lo svincolo per la S.S. 125 in direzione Muravera. Continuare sulla statale seguendo le indicazioni per Tortolì. Si attraversano Tortolì, Girasole e Lotzorai, fino ad arrivare a Baunei. Da qui seguire le indicazioni per il Golgo. Imboccando la strada in salita verso l’altopiano si incontra un infopoint dove viene richiesto un ticket di accesso di 1€. Proseguendo lungo la strada si giunge all’altopiano del Golgo, dove è possibile seguire i cartelli in legno per Cala Goloritzé, fino all’ingresso del bar Su Porteddu, dove si può lasciare il veicolo nel parcheggio custodito (5€ per le auto, 2€ per le moto, per tutta la giornata). Poco fuori è presente la sbarra che segna l’inizio del sentiero.

Descrizione:

Il sentiero per raggiungere Cala Goloritzé non è segnato, ma è di facile percorrenza. Si tratta di un percorso molto battuto in cui è possibile notare la differenza cromatica tra le rocce non calpestate, di un colore grigio-bianco, e quelle in cui la gente passa abitualmente, di un colore marrone scuro. Inoltre in molti punti le pietre sono state disposte a formare dei muretti laterali che rendono ancora più evidente il passaggio.

Inizialmente il sentiero è in lieve salita, caratterizzato da pietre dalle forme più strane. Salendo è già possibile ammirare alcuni bei panorami sul Golgo, alle spalle rispetto al senso di marcia. Proseguendo la camminata si arriva quindi alla fine della salita, in località Annidai. In questo punto è possibile avvistare il mare in lontananza e la guglia caratteristica della spiaggia. Il sentiero quindi segue in discesa il percorso del Bacu Goloritzé fino alla cala. Il tragitto è contraddistinto dal fondo pietroso, dai grandi alberi secolari e dalle pareti verticali della montagna sulla sinistra, che accompagnano fino al mare. 🙂

Camminando si incontrano inoltre diversi cuili, costruiti in modo da sfruttare le rocce già presenti, così come alberi capaci di crescere sul fianco delle pareti montuose. Si attraversa un arco naturale e infine ci si immette in un piccolo boschetto, nel quale è predisposta anche un’area attrezzata con tavoli in legno. Si giunge quindi ai piedi della guglia, di fronte al mare. La montagna, sul lato sinistro, ci accoglie e indirizza verso il panorama marino. L’acqua è incredibile, piena di colori, dall’azzurro chiaro al blu profondo del largo. 🙂

Da lì si scende in spiaggia mediante una scala di pietra con corrimano in legno. La cala è caratterizzata da ciottoli e sassolini, estremamente levigati, e dalla costa montuosa che degrada direttamente sull’acqua. Di particolare interesse è anche l’arco di roccia sul mare, nonché la stessa guglia, vista dalla spiaggia in tutta la sua maestosità. 🙂

Per il rientro si segue lo stesso percorso dell’andata. Si tratta di un rientro più difficoltoso, in quanto si fa sentire il dislivello in salita.

Link utili per approfondire:
Descrizione del sentiero su TrekkingInSardegna.it
Descrizione del sentiero su ICinqueMori

Ed ecco alcune foto scattate durante l’escursione (per ingrandirle basta cliccarci sopra):

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...