Recensione dei Pantaloni La Sportiva Tuckett

La Sportiva Tuckett visti di lato

La Sportiva Tuckett visti di lato

Qualche settimana fa la catena DF Sport Specialist ha fatto gli sconti per il rinnovo delle collezioni. Mi sono quindi recato in negozio per cercare dei buoni pantaloni, dato che i miei vecchi Salewa Mandy Dry stanno iniziando ad accusare gli anni di utilizzo. Dopo aver frugato attentamente tra la merce esposta stavo per abbandonare l’idea di trovare qualcosa che facesse al caso mio, quando mi sono imbattuto, proprio sul finire dell’orario di apertura del punto vendita, nei pantaloni La Sportiva Tuckett. Li ho provati, li ho acquistati e li ho utilizzati nelle ultime escursioni, rimanendo molto soddisfatto dalla qualità del prodotto. Sono indicati come abbigliamento da sci e sci-alpinismo, ma io li uso comunque senza problemi in ambito escursionistico. Sul sito ufficiale si possono leggere tutte le caratteristiche tecniche dei pantaloni.

Sono realizzati in materiale sintetico, al 93% di nylon e al 7% poliestere. Lo strato di tessuto utilizzato consente una protezione parziale da pioggia, vento e neve, elementi verso cui si va incontro andando in montagna, specie nel periodo invernale e primaverile. Sul sito non sono specificatamente indicati come idrorepellenti, ma dalle prove che ho effettuato mi sento di dire che un certo grado di protezione dall’acqua è presente. La sensazione che ho avuto è di un prodotto resistente e capace di assicurare una buona protezione termica. Continua a leggere

Annunci

Ultimi acquisti #13

Oggi c’era in programma un’escursione in Val Cavallina, ma l’abbigliamento non era del tutto adatto alle condizioni meteo presenti. Per questo motivo si è rinunciato, ma in compenso proprio per porre rimedio all’inadeguatezza dell’attrezzatura – comprensibile, se si pensa alle differenze climatiche tra Sardegna e Lombardia – abbiamo fatto un salto al Decathlon, per fare shopping. Ecco quindi ciò che ho preso:

Attrezzatura da montagna

Ultimi acquisti #13

Trattasi di:

Ultimi acquisti #11

L’altro giorno sono entrato in un Decathlon e appena ho visto questa maglietta esposta nel settore “Escursionismo” ho deciso che doveva essere mia:

ultimi-acquisti-11

Si tratta della t-shirt Quechua TechTil 100, e viene venduta a 9,95€.

Non credo che la userò davvero in montagna, perché è in cotone, però mi piace moltissimo per il messaggio che trasmette. 🙂

Ultimi acquisti #6

Nuovi arrivi per l’equipaggiamento da montagna. Alcuni oggetti di varia natura, tra cui la prima tenda. 🙂

Ultimi acquisti

Ultimi acquisti

Ovvero:

Recensione della Giacca antivento antipioggia Quechua RainCut

Nello zaino che ci portiamo dietro ci sono diversi oggetti, di uso più o meno frequente. Oltre a ciò che non può assolutamente mancare – quanto meno le scarpe e lo zaino stesso! – dell’attrezzatura che portiamo in escursione c’è sia roba che non viene usata quasi mai sia roba che viene utilizzata spesso. Il prodotto di cui voglio parlare oggi è in effetti uno degli elementi che ho dovuto togliere fuori più spesso dallo zaino. Si tratta della giacca antivento e antipioggia RainCut della Quechua. Ogni qual volta che la pioggia ha bagnato il sentiero – e sono state tante – e ogni volta che il vento diventava troppo fastidioso, la giacca in questione è venuta in mio soccorso. 🙂

Realizzata completamente in poliestere, è ovviamente acquistabile da Decathlon alla modica cifra di 9€. Io ho la versione nera, ma mi pare che sia disponibile anche in altri colori, ad esempio prima ho linkato la versione rossa. Come sempre è meglio dare uno sguardo al prodotto prima di parlarne.

Continua a leggere

Recensione dei Guanti Columbia Trail Summit Running

*** DISCLAIMER: Il prodotto recensito mi è stato inviato dal produttore stesso. ***

I guanti, se si esce in montagna, possono diventare un componente fondamentale, se c’è freddo o se c’è bisogno di ricorrere spesso alle mani per aiutarsi nel percorso. Quelli che ho usato di recente sono i guanti della Columbia, modello Trail Summit Running, le cui caratteristiche possono essere lette nella scheda sul sito ufficiale.

Le caratteristiche principali, per come viene presentato il prodotto, sono essenzialmente due: la tecnologia Omni-Heat, che dovrebbe riflettere il calore prodotto dal corpo stesso, in modo da non disperderlo e tenere le mani al caldo, e la possibilità di utilizzare dispositivi touchscreen senza doversi togliere il guanto. Come consuetudine, si fa prima a dare un’occhiata, piuttosto che parlarne in maniera piuttosto schematica. 😉

Continua a leggere

Recensione della Maglia maniche lunghe Columbia Baselayer Midweight

*** DISCLAIMER: Il prodotto recensito mi è stato inviato dal produttore stesso. ***

Qualche tempo fa la Columbia  mi ha contattato per inviarmi del materiale. Parte di questo è rappresentato dalla maglia Baselayer Midweight, che, come dice il nome, è da considerarsi un primo strato nella composizione del proprio abbigliamento per un’uscita.

È realizzata dall’85% di poliestere e dal 15% di elastane. La sua caratteristica principale è la tecnologia Omni-Heat Thermal Reflective: si tratta della possibilità, tramite l’inserimento di particolari tessuti nella parte interna della maglia, di trattenere il più possibile il calore generato dal corpo stesso, riflettendolo indietro, anziché disperderlo verso l’esterno. In questo modo si dovrebbe stare maggiormente al caldo rispetto ad altre maglie. Invece la tecnologia Omni-Wick dovrebbe permettere di far fuoriuscire rapidamente il sudore. Il tutto è completato da un trattamento antibatterico, per tenere fresco il tessuto e contenere gli odori.

Come al solito, alle parole seguono le immagini, perché le descrizioni del prodotto così come si possono leggere nei cartellini appesi alla maglia non bastano certo a farsi un’idea. 🙂

Che dire a riguardo della mia esperienza di utilizzo nelle ultime escursioni? La maglia è comoda, si adatta al corpo e si indossa facilmente. Tenerla indosso non dà fastidi, insomma, e questo è ovviamente già un punto positivo. Il calore promesso in effetti l’ho percepito, in confronto alle maglie che ero solito indossare, quelle classiche della Quechua. Questo significa che sicuramente continuerò a usare questa, come maglia principale, nelle camminate invernali. Non mi è parso di notare problemi a livello di sudorazione, quindi anche da quel punto di vista non c’è nulla di cui mi possa lamentare.

Devo comunque sottolineare che nella mia Sardegna non si raggiungono temperature così basse in inverno, da notare un contributo significativo della riflessione del calore verso il corpo. Se mai dovessi utilizzarla in scenari più freddi, non mancherò di aggiornare questo articolo. Se invece qualcuno di voi l’ha già usata in contesti rigidi, sarei curioso di leggere le vostre opinioni nei commenti. 🙂

EDIT del 29/01/2017: Dopo aver usato più volte questa maglia in contesti climatici più rigidi e freddi, come quelli che offre l’inverno delle montagne bergamasche, devo confermare quanto già percepito mentre vivevo in Sardegna: la maglia tiene bene il caldo, anche con temperature sotto zero e con la neve. Si tratta di un buonissimo prodotto insomma.

La trovate in vendita su Amazon. 😉